Stagione di danza 2023/24

INFERNO

coreografia, regia, progetto video Roberto Castello
in collaborazione con Alessandra Moretti
danza Martina Auddino, Erica Bravini, Riccardo De Simone, Susannah Iheme, Michael Incarbone, Alessandra Moretti, Giselda Ranieri
musica Marco Zanotti in collaborazione con Andrea Taravelli
fender rhodes Paolo Pee Wee Durante
luci Leonardo Badalassi
costumi Desirée Costanza


Premio Ubu 2022 Miglior Spettacolo Danza

 

ALDES / CCN de Nantes / Romaeuropa Festival / Théâtre des 13 vents CDN / Centre Dramatique National Montpellier / Palcoscenico Danza – Fondazione TPE
con il sostegno di RESISTERE E CREARE di Fondazione Luzzati / Teatro della Tosse / ARTEFICI.ResidenzeCreativeFvg / ArtistiAssociati

L’Inferno nella cultura occidentale è il luogo dell’immaginario che più di ogni altro ha offerto spunti a predicatori, illustratori, pittori, scultori, narratori, registi, musicisti. È il luogo dell’espiazione delle colpe morali e materiali in cui i malvagi vengono puniti e il bene trionfa sul male. È il luogo del sovvertimento e del caos nella cui rappresentazione tutto può coesistere. Ma sarebbe poco credibile oggi una rappresentazione del male come regno di un diavolo sulfureo munito di coda, corna e forcone. L’inferno è qui, e assomiglia molto al Paradiso. È ciò che spinge a fare ogni sforzo per apparire ogni momento più bravi, più giusti, più belli, più forti, più attraenti, più responsabili, più umili, più intelligenti, che spinge a competere per ottenere gratificazioni morali, sociali, economiche, affettive.
Di qui l’idea di “Inferno”, una tragedia in forma di commedia – seducente, piacevole, coinvolgente, brillante e divertente – sull’invadenza dell’ego.


Teatro Manzoni

Spettacolo in abbonamento

Date

  • giovedì, 14 Dicembre 2023
    ore 20.45

Biglietterie

Biglietteria Online