5 Febbraio 2024Teatro Manzoni Teatro Manzoni

🟡 L’ORCHESTRA LEONORE DIRETTA DA DANIELE GIORGI IN CONCERTO CON IL VIOLONCELLISTA KIAN SOLTANI | 11 febbraio al Manzoni

Già apprezzato dal pubblico delle maggiori sale da concerto internazionali, da Londra a Salisburgo a Monaco e Lucerna, arriva per la prima volta a Pistoia Kian Soltani, violoncellista austriaco di origini persiane che la rivista Gramophone ha definito “pura perfezione”. Un filo sottile collega la sua storia a quella del Concerto per violoncello n. 1 di Šostakovič (1959), capolavoro di straordinaria intensità in cui sarà solista al fianco dell’Orchestra LEONORE diretta da Daniele Giorgi: a soli 12 anni, infatti, Soltani entrò all’Accademia musicale di Basilea nella classe di Ivan Monighetti, allievo del grande Mstislav Rostropovich che del Concerto fu dedicatario.

Questa partitura di Šostakovič si collega ad una serie di suoi lavori degli stessi anni per i tratti fortemente introspettivi e autobiografici; il legame è sottolineato dall’uso di un ‘motto’ ricorrente, una sorta di monogramma sonoro, traduzione in note delle lettere iniziali del nome del compositore. Proprio con questo ‘motto’ di quattro note comincia il Quartetto n. 8 (1960), composizione di dirompente forza drammatica ed espressiva, fra i pezzi più autobiografici dell’autore, nonché fra i più amati ed eseguiti del repertorio cameristico: la Sinfonia da camera che apre il programma ne è il magistrale adattamento per orchestra d’archi realizzato dal famoso direttore d’orchestra Rudolf Barshai con il permesso speciale dello stesso Šostakovič.
Nella seconda parte, Daniele Giorgi e LEONORE proseguono l’iter dell’integrale delle Sinfonie di Schumann con la n. 2 in do maggiore, il cui carattere inquieto, magneticamente introverso e dai picchi drammatici improvvisi, ben rappresenta la fase di depressione e straniamento attraversata dal compositore a causa della malattia mentale che si era manifestata poco tempo prima e che lo avrebbe condotto lentamente alla prematura morte. Completata nell’ottobre del 1846, la Seconda Sinfonia è frutto di un’elaborazione durata più di un anno: creazione grande e sofferta – la preferita, sia dell’adorata moglie Clara, sia dell’allievo e amico Johannes Brahms – è anche un caleidoscopio di rimandi ai modelli più disparati, in cui è possibile riconoscere le influenze di Bach, Mozart, Haydn, Schubert e Beethoven.


Teatro Manzoni Pistoia

domenica 11 febbraio 2024 (ore 17)

ORCHESTRA LEONORE

DANIELE GIORGI direttore

KIAN SOLTANI violoncello

Dmítrij Šostakóvič Sinfonia da camera in do minore op.110a

Dmítrij Šostakóvič Concerto per violoncello n. 1 in mi bemolle maggiore op. 107

Robert Schumann Sinfonia n. 2 in do maggiore op. 61

ACQUISTA ONLINE > https://bit.ly/LeonoreGiorgiSoltaniPT_TKTS


In tournée 2024 > lunedì 12 febbraio – Sala Verdi Milano

In tournée 2024 > martedì 13 febbraio – Teatro Alighieri Ravenna
(prima parte del programma: Fryderyk Chopin Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 op. 21– solista: ANDREA LUCCHESINI pianoforte)


IL TEATRO NEL CARRELLO (in collaborazione con Unicoop Firenze)

sabato 10 febbraio, ore 12

prova aperta del concerto (max 30 partecipanti) info e prenotazioni messaggio whatsapp al n° 3476227943 o mail a sez.pistoia@socicoop.it


La Stagione Concertistica al Manzoni è promossa e organizzata da ATP Teatri di Pistoia con il sostegno di Fondazione Caript