L’Associazione Teatrale Pistoiese, costituita nel 1984, si è trasformata in Fondazione Teatri di Pistoia a partire dal 2024, per volontà dei suoi due fondatori (Comune di Pistoia e Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia) e dei suoi nove sostenitori (Provincia di Pistoia, Comuni di Abetone Cutigliano, Lamporecchio, Montale, Pescia, Pieve a Nievole, Sambuca Pistoiese, San Marcello Piteglio, Serravalle Pistoiese).

La Fondazione Teatri di Pistoia è dotata di personalità giuridica privata, è stata accreditata dalla Regione Toscana quale Ente di Rilevanza Regionale, e come tale usufruisce di una specifico contributo, è inserita, per opera del Ministero della Cultura,  fra i Centri di Produzione Teatrale destinatari di contributi a valere sul Fondo Nazionale per lo Spettacolo dal vivo.

La Fondazione Teatri di Pistoia svolge principalmente le sua attività nel Teatro Manzoni, nel Piccolo Teatro Mauro Bolognini e nel complesso del Funaro di Pistoia, e, in collaborazione con i rispettivi Enti Locali, programma e organizza stagioni teatrali e rassegne musicali negli spazi teatrali, anche all’aperto, dei Comuni di Lamporecchio, Serravalle Pistoiese, San Marcello Piteglio, Pescia, Pieve a Nievole e Montale.

La Fondazione Teatri di Pistoia produce, distribuisce e ospita spettacoli di prosa, di danza e di teatro per ragazzi; gestisce direttamente le attività dell’Orchestra Leonore, le stagioni concertistiche e cameristiche; ospita compagnie teatrali nelle proprie residenze artistiche; svolge una permanente attività formativa, dai risvolti spesso d’ordine sociale, in diversi ambiti dello spettacolo dal vivo; gestisce direttamente la Scuola Comunale di Musica e Danza Teodulo Mabellini di Pistoia.