Piccolo Sipario 2016/2017

IL MINOTAURO

Viaggio di un eroe

coreografia regia e drammaturgia Luana Gramegna

scene, luci, costumi e maschere Francesco Givone

progetto sonoro e musiche originali Stefano Ciardi

collaborazione alla drammaturgia e scrittura Enrica Zampetti

con Gianluca Gabriele, Susannah Iheme, Daria Menichetti

foto di scena Guido Mencari

(fascia d’età dai 10 anni)

Zaches Teatro

Rovine, suoni di calcinacci, pietra che si sgretola, figure statuarie prendono vita e in un’atmosfera crepuscolare evocano il mito cui appartengono.

Il Minotauro è l’emblema non solo della creatura mostruosa per antonomasia, diversa, reietta e maledetta, ma è anche il simbolo della luminosa e prospera civiltà cretese che, antagonista di Atene, viene da questa sovrastata e quindi tacciata come aberrante e crudele.

Ecco che la storia si fa mito e il conquistatore si fa eroe: Teseo.

Addentrandosi nello spettacolo, via via che ci si avvicina al mostro, si penetra sempre più nell’interiorità dell’eroe: interiorità non sempre luminosa e nobile, tanto che ad un certo punto, forse, vittima e carnefice si confondono. Un viaggio fisico nel mondo e metaforico dentro sé stesso che ha compimento attraverso Arianna, la Signora del Labirinto. Questa non è più la fanciulla ingenua e innamorata, ma è la chiave d’accesso, simile ad una baccante-officiante, al mondo intimo del labirinto che Teseo deve affrontare, un mondo più vicino all’Ade che all’Olimpo.

L’intento è quello di provocare un coinvolgimento prima di tutto emotivo, ma in grado di far scaturire una riflessione profonda sulle controverse figure dell’eroe e del mostro: cosa identifica l’uno e l’altro? Cosa conta di più: le imprese compiute o il come siano state compiute?

Il lavoro immerge lo spettatore come dentro un libro di storia dell’arte, in cui si muovono passi animati da un senso religioso e dall’ancestrale sapore rituale e in cui risuonano versi ispirati alla musicalità dell’epica omerica e ai dirompenti cori tragici.

Teseo e il Minotauro

Ciò che Eracle fu per tutta la Grecia, Teseo fu per l’Attica. Alcune parti del ciclo di Teseo, come la spedizione a Creta (vedi cartina allegata), sono sicuramente antiche, mentre altre potrebbero risalire al VI secolo a.C., quando Pisistrato e gli ateniesi cercarono di fare di Teseo un grande eroe nazionale. Infatti associarono le sue imprese a quelle di Eracle e gli attribuirono varie azioni politiche e benefiche che venivano considerate l’inizio della democrazia ateniese. iniziatici giochi rituali (taurocatapsia) in cui è in palio il passaggio dalla fanciullezza all’età adulta.

La compagnia Zaches Teatro nasce a Firenze nel 2007. Lavora sul connubio tra vari linguaggi artistici: la danza contemporanea, i mezzi espressivi del teatro di figura, l’uso della maschera, la parola, il rapporto tra movimenti plastici e musica/suono elettronico dal vivo.

Dal 2010 riceve sostegno dalla Regione Toscana come giovane compagnia di teatro e dal 2015 è riconosciuta dal MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, e riceve il contributo annuale per le sue attività.

www.zachesteatro.com


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Piccolo Teatro Mauro Bolognini

Spettacolo fuori abbonamento

Date

  • domenica, 2 aprile 2017
    ore 16.00

Prezzi

7.00

Biglietterie

Biglietteria Online