classica 18 |SIMONE GRAMAGLIA, viola | LUIGI ATTADEMO, chitarra

SIMONE GRAMAGLIA, viola

LUIGI ATTADEMO, chitarra

J.S. Bach, Sonata BWV 1020

A. Vivaldi, Largo dal Concerto n. 4 op. 8 “Inverno”

A. Piazzolla, Invierno porteño, Goss Autumn Song

A.Vivaldi, Sonata KV40

F.Schubert, Scelta di Lieder (trascrizioni del XIX secolo): Schäfers Klagelied, Meeres Stille, Heidenröslein, Der Wanderer, Morgenlied, Frühlingsglaube

Galante, Andromeda da Quattro Stasimi

N. Paganini, Sonata Concertata


Si prosegue sabato 2 febbraio (ore 18), con l’originale duo formato dalla viola di Simone Gramaglia e dalla chitarra di Luigi Attademo. I due musicisti formano, ormai da alcuni anni, un affiatato duo strumentale, in grado di proporre programmi di grande fascino, che includono non solo brani scritti appositamente per questo organico ma anche raffinate trascrizioni. Il loro cd dedicato a Paganini ha ricevuto critiche entusiastiche per la novità della proposta e per la particolarità di poter ascoltare la versione originale della Sonata per la Gran Viola, scritta inizialmente da Paganini stesso proprio per viola e chitarra. Nel concerto per la 59° Stagione Cameristica proporranno un interessante percorso musicale che spazierà tra opere del repertorio dei secoli scorsi (Bach, Vivaldi, Schubert, Paganini) e lavori di compositori vicini al nostro tempo (Piazzolla, Galante).

Simone Gramaglia è il violista del Quartetto di Cremona, ensemble con cui da quindici anni suona in tutto il mondo. Come solista si è esibito con diverse orchestre mentre come camerista ha collaborato con vari musicisti tra cui Andrea Lucchesini, Lawrence Dutton e Jamie Walton. Ha studiato con Mikhail Kugel, Bruno Giuranna, Yuri Bashmet e Hatto Beyerle. È docente di quartetto d’archi all’Accademia Stauffer di Cremona.

Luigi Attademo ha iniziato il suo percorso artistico vincendo il terzo premio al “Concours International d’Esecuzione Musicale” a Ginevra nel 1995. Dopo gli studi iniziali con Angelo Gilardino, ha avuto come maestri Giovanni Guanti, Julius Kalmar, Alessandro Solbiati ed Emilia Fadini. Ha registrato oltre dieci CD, tra cui monografie dedicate alle Sonate di Domenico Scarlatti, a J. S. Bach, alle opere inedite dell’Archivio Segovia e ai Quintetti di Luigi Boccherini. Ha suonato in tutte le più importanti capitali europee e internazionali, incluso, in tempi recenti, in India e in Usa.

 

 



Video

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Saloncino della Musica Palazzo de’ Rossi

Spettacolo fuori abbonamento

Date

  • sabato, 22 febbraio 2020
    ore 18,00

Biglietterie