- Stagione Concertistica 2020 -

classica 18 | OLEKSANDR SEMCHUCK, violino || SOSPESO ||

OLEKSANDR SEMCHUCK, violino

J. S. Bach, Ciaccona dalla partita n. 2 in re minore

A. Honegger, Sonata per violino solo

E. Ysaÿe, Sonata n. 2 per violino solo

N. Paganini Capriccio n. 24 in la minore

N. Milstein, Paganiniana

M.Skoryk, Capriccio per violino solo


avviso_sospensione_01

In ottemperanza a quanto disposto dal DPCM del 26 aprile 2020 relative all’emergenza COVID-19 si comunica che sono sospesi anche gli eventi dal 4 al 17 maggio 2020. Ulteriori informazioni sullo sviluppo degli eventi e sulle modalità di eventuali rimborsi verranno fornite appena possibile.


Ospite della 59° Stagione di musica da camera uno dei più interessanti violinisti dei nostri giorni: Oleksandr Semchuck. Accostatosi allo studio del violino a quattro anni, ha maturato le sue doti strumentali attraverso il contatto con docenti di fama mondiale, tra i quali Menuhin, Varga, Tretiakov. Vincitore già giovanissimo di vari concorsi internazionali, ha intrapreso una brillante carriera concertistica che l’ha visto esibirsi con successo in tutto il mondo, sia come solista sia in collaborazione con musicisti di fama internazionale come Canino, Lucchesini, Brunello, Mirabassi, Kogan e Petrushansky.

Semchuk risiede da alcuni anni in Italia, dove svolge anche una intensa attività didattica. Ha insegnato presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’Accademia Musicale di Firenze. Nel 2010 è stato invitato a coordinare il Dipartimento d’Archi dell’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, presso la quale insegna tuttora.

A Pistoia presenterà un suggestivo programma che propone lavori che richiedono doti virtuosistiche di eccellenza (Ysaye, Paganini, Milstein) alternati a brani dove invece è indispensabili una solida capacità di analisi interpretativa (Bach, Honegger).

 

Oleksandr Semchuk ha iniziato a studiare violino a quattro anni. Fra i suoi insegnanti vi sono violinisti e didatti di fama mondiale, tra i quali Menuhin, Varga, Tretiakov. Vincitore già giovanissimo di vari concorsi internazionali, ha intrapreso una brillante carriera concertistica che l’ha visto esibirsi con successo in tutto il mondo, sia come solista sia in collaborazione con musicisti di fama internazionale come Canino, Lucchesini, Brunello, Mirabassi, Kogan e Petrushansky.

A testimonianza del grande contributo offerto alla nazione quale fondatore e promotore del progetto culturale “Artisti per la rinascita dell’Ucraina”, nel 2002 lo Stato ucraino gli ha conferito il titolo onorifico di “Artista Benemerito”.

Semchuk risiede da alcuni anni in Italia, dove svolge anche una intensa attività didattica. Ha insegnato presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’Accademia Musicale di Firenze. Nel 2010 è stato invitato a coordinare il Dipartimento d’Archi dell’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, presso la quale insegna tutt’ora.

L’impegno profuso fino ad oggi nell’insegnamento è stato ampliamente ripagato dagli oltre sessanta primi premi vinti dai suoi allievi in importanti concorsi internazionali.

È stato insignito con i Premi d’Onore quali “Laszlo Spezzaferri” e “Rinaldo Rossi” per gli straordinari risultati didattici e per il grande contributo nello sviluppo della scuola violinistica italiana.

Tiene regolarmente Masterclass al Conservatorio di Parigi e al Royal College di Londra.

Suona un violino Auguste Bernardel 1844 con un arco “Lady Bianca” di Navea Vera.



Video

Saloncino della Musica Palazzo de’ Rossi

Spettacolo fuori abbonamento

Date

  • sabato, 9 Maggio 2020
    ore 18,00

Biglietterie