|| SOSPESO ||

BIANCANEVE || SOSPESO ||

dai Fratelli Grimm
adattamento e regia Maria Grazia Cipriani
scena e costumi Graziano Gregori
con Giacomo Pecchia, Giacomo Vezzani, Anna Solinas, Ian Gualdani

fascia d’età consigliata: dai 5 agli 80 anni

Teatro del Carretto

avviso_sospensione_01

In ottemperanza a quanto disposto dal DPCM del 10 aprile 2020 relative all’emergenza COVID-19 si comunica che sono sospesi anche gli eventi dal 14 aprile al 3 maggio 2020. Ulteriori informazioni sullo sviluppo degli eventi e sulle modalità di eventuali rimborsi verranno fornite appena possibile.


Biancaneve è il primo spettacolo allestito dal Teatro Del Carretto. Progettato e realizzato nel 1983, accolto fin da subito come un piccolo capolavoro, si è confrontato nell’arco di questi trentasette anni con il pubblico appartenente alle culture più diverse, dall’Egitto al Giappone, da Israele alla Russia… raccogliendo ovunque e sempre entusiasmi autentici e dimostrando di superare naturalmente ogni ostacolo linguistico ed ogni trascorrere del tempo. Lo spettacolo rappresenta quasi un Manifesto de la poetica teatrale elaborata poi dalla Compagnia: con l’orchestrazione di

quegli elementi che in seguito verranno sviluppati e che sono tutti quelli dell’artigianato rappresentativo – componenti scenografiche, oggetti, corpi e moti, linee musicali, voci e rumori, luci, superfici e colori…. – semplici tasti di una tastiera magica organizzata per realizzare i “sogni del teatro”. “…una Matrigna impersonata da una vera attrice ed una microscopica Biancaneve, i nani a grandezza naturale che arrivano a sorpresa dal fondo sala per diventare piccolissimi una volta entrati nella mutevole scatola teatrale che si apre come un magico armadio dell’immaginario svelando scomparti, celando trabocchetti, rinnovando continuamente e simultaneamente l’idea di palcoscenico, facendo apparire teste, paesaggi, personaggi veri, oggetti misteriosi di grandezza spropositata: il tessuto narrativo si fa gioco scenico, attraverso il contrasto di universi che nasce dal rapporto tra attori e creature in cartapesta, personaggi veri ed oggetti smisurati o lillipuziani, verità della materia e finzione del corpo, elementarità della parola e potenza dei brani del melodramma, rivelando sottilmente la sua natura di camera dell’inconscio…..”

(Maria Grazia Cipriani)

“La Biancaneve del Teatro Del Carretto è forse lo spettacolo più ambiguo che abbia visto negli ultimi anni. E quando dico ‘ambiguo’ voglio dire che ha raggiunto l’essenza del teatro: ambiguo è l’Amleto, ambiguo è il miglior Carmelo Bene, ambiguo è Mozart e il suo Flauto Magico, ambiguo è Fellini, etc… E ambigua è Biancaneve: uno spettacolo per bambini, ma anche per tutte le persone intelligenti dai 5 agli 80 anni; ambigua è la matrigna, talvolta personaggio reale, che raggiunge l’astratto; ambigui sono i nani che arrivano dal fondo sala, grandi come veri nani per poi diventare piccoli piccoli una volta entrati nel teatrino di mezzo.(…) E infine ambigua è la colonna sonora, così raffinata, dove anche l’arcinoto coro a bocca chiusa della Butterfly assume un significato, e pur con una sottile ironia, torna a commuoverci per tutt’altre strade.” (Emanuele Luzzati)

TEATRO DEL CARRETTO

L’incontro tra la regista Maria Grazia Cipriani e lo scenografo Graziano Gregori diede vita nel 1983 al Teatro Del Carretto, un sodalizio creativo da allora sempre vivo e produttivo. A Lucca, presso il Teatro Del Giglio ove ha la residenza, la Compagnia continua a svolgere la propria attività di ricerca, riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali quale soggetto appartenente al Teatro d’Innovazione. Il percorso nato sulla linea della fusione e confusione tra meraviglioso e reale produsse nel 1983 Biancaneve, all’insegna della crudeltà primitiva della fiaba: lo spettacolo costruito sul gusto concreto della materia e dell’artigianato e mirato ad esplorare il segreto dell’incontro tra l’interprete umano e la figura animata, rivelò immediatamente la Compagnia al mondo teatrale. La visionaria ricerca tra il viaggio interiore, il sogno ed il concreto lavoro teatrale prosegue negli anni con la drammaturgia più amata come quella shakespeariana e il meraviglioso mitologico e favolistico – un repertorio che include, tra gli altri, Romeo e Giulietta, Sogno di una notte di mezza estate, Iliade, Odissea, Bella e la Bestia, Le Troiane, Metamorfosi, Pinocchio, Amleto, Giovanna al rogo, Le Mille e una notte e il recente Ultimo Chisciotte. Ormai realtà maturata del teatro di ricerca internazionale, il Teatro Del Carretto viaggia con il suo repertorio in tutta Europa ed oltre oceano, mostrandosi capace di superare naturalmente barriere linguistiche e culturali. È stato, così, ospite di molti Festival Internazionali Teatrali – Parigi, Lisbona, Berlino, Madrid, Londra, Praga e Budapest, Tel Aviv, Città del Messico, Tokyo, Il Cairo, New York, Vilnius, Ankara … – e chiamato a rappresentare l’Italia nell’ambito di manifestazioni quali ‘Italia-Russia 2005’ nelle città di Mosca e San Pietroburgo e ‘Italia-Cina 2006’ nella città di Pechino. Nell’agosto 2017 è stato invitato alla Biennale di Venezia dove ha presentato gli spettacoli Biancaneve, Pinocchio e Le Mille e una notte. Nel corso della sua attività sono stati attribuiti alla Compagnia, i seguenti riconoscimenti in ambito nazionale: • 1991 premio UBU per la ricerca drammaturgia e visiva • 1995 premio ALDO TRIONFO per la parabola evolutiva della sua opera • 2003 premio HYSTRIO ‘Altre muse’ • 2004 candidatura dello spettacolo Odissea al premio ETI ‘Oscar dei Teatri’ per il miglior spettacolo del teatro d’innovazione • 2009 premio Eti gli Olimpici del Teatro allo scenografo Graziano Gregori per le scene dello spettacolo Pinocchio • 2009 premio del pubblico al Pinocchio per il miglior spettacolo del XIX Festival Baltic House di San Pietroburgo • 2010 Amleto finalista al Premio UBU 2010 come migliore spettacolo dell’anno • 2011 candidatura al Premio “Oscar dei Teatri” per la scenografia dello spettacolo Amleto.


Piccolo Teatro Mauro Bolognini

Spettacolo fuori abbonamento

Date

  • domenica, 19 Aprile 2020
    ore 16

  • lunedì, 20 Aprile 2020
    ore 10

  • martedì, 21 Aprile 2020
    ore 10

Prezzi

avviso_sospensione_01

Biglietterie