Antonio Galanti

Organista e compositore, ha studiato al Conservatorio di Firenze con C. Prosperi, G. Sacchetti e M. Mochi. Si è diplomato in Pianoforte, Composizione, Organo, Strumentazione per banda e Musica corale. All’Università di Pisa si è laureato con lode in Lettere (tesi in Storia della musica: Messa musicale e prassi liturgica dal dopoguerra ad oggi. Tre esempi d’autore). Si è perfezionato alla Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia con L.F. Tagliavini, H. Vogel, S. Innocenti e L. Tamminga. Dal 1989 al 1998 è stato docente di Organo e composizione organistica nei conservatori di Avellino, Udine e Sassari. Dal 1989 insegna Organo alla Scuola di Musica “T. Mabellini” di Pistoia. Dal 1999 è titolare di Composizione (ex Armonia Contrappunto Fuga e Composizione) al Conservatorio di Alessandria. Ha conseguito vari riconoscimenti, fra cui il Primo premio al VII Concours Suisse de l’Orgue (Sion, Svizzera), il Primo premio al XXXI Festival Musica Antiqua (Bruges, Belgio) e il Terzo premio al XVIII International Edvard Grieg Competition for Composers (Oslo, Norvegia). Oltre che in Italia ha suonato in Francia, Svizzera, Austria, ex-Jugoslavia, Malta, Belgio, Germania, Polonia e Ucraina. Ha pubblicato cd, saggi e monografie. Il suo catalogo, fra l’altro, comprende il ciclo aperto delle Toccate (1990…), scritte per e dedicate a strumenti antichi di rilievo. Ha curato l’edizione critica di musiche per tastiera del Sette-Ottocento (Musiche per organo e cimbalo, 5 voll., 2006-2008). Pubblica per le edizioni Bèrben, Billaudot (Francia), Carrara, ElleDiCi, EurArte, La Bottega Discantica, Pizzicato (Svizzera) e Rugginenti. Dal 1995 è organista della Chiesa dei Ss. Iacopo e Lucia in San Miniato – Pisa – (organo F.M. Galganetti – M. Paoli, 1602-1840). È Ispettore onorario ministeriale per la tutela e la vigilanza degli organi storici nelle province di Pisa e Livorno. Dal 2004 cura regolarmente la rubrica Recensioni musiche per il mensile «Suonare news»