Alessandro Barneschi

Nato a Pistoia, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Massimo Caselli. Si è quindi perfezionato in corsi tenuti da Konstantin Bogino, Bruno Rigutto, Paul Badura Skoda, Valery Voskobojnikov, Franco Scala e Lazar Berman.

Ha conseguito premi e piazzamenti nei seguenti concorsi pianistici nazionali e internazionali: primo premio al concorso “Riviera etrusca”, primo premio assoluto ai Concorsi “Città di Cesenatico”, “G.Rospigliosi” di Lamporecchio, “Città di Pisa”, “Città di Ortona” e al concorso pianistico biennale di Milano “Carlo Vidusso”; secondo premio ai concorsi pianistici internazionali “A. Speranza” città di Taranto, “Premio Rovere d’oro” (Imperia), concorso internazionale “Cassina de Pecchi” (Milano) e concorso internazionale “Città di Cercola”(Napoli).

Si è esibito come solista, in duo pianistico e in quartetto in sedi importanti come Palazzo Barberini e Palazzo della Rovere in Roma, Festival musicale di Angers (Francia), Festival di Toledo (Spagna), Circolo degli Ufficiali di Torino, Auditorium di Chioggia, Palazzo Mansi di Lucca, Teatro Diana di Napoli, Teatro Alighieri di Ravenna, Accademia Bartolomeo Cristofori e Palazzo Guelfo di Firenze, Accademia Filarmonica di Bologna, Università di Pisa e Teatro Pacini di Pescia. Ha partecipato alla diretta RAI del 72° premio Viareggio per la letteratura eseguendo le” Variazioni su un tema di Paganini” di J.Brahms.
È risultato vincitore per l’anno 2005/06 di una borsa di studio indetta dal Conservatorio Cherubini di Firenze, come accompagnatore per le classi di canto lirico del suddetto istituto.

È docente di pianoforte presso i seguenti istituti: Scuola G.Verdi di Prato, Scuola T.Mabellini di Pistoia e Scuola di Musica di Scandicci