17 giugno 2018

20 GIUGNO DELIRIO BIZZARRO E TALK SHOW

Il secondo appuntamento della rassegna Teatri di Confine (organizzata da Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Associazione Teatrale Pistoiese), all’interno del Pistoia Teatro Festival 2018, è con Delirio Bizzarro di Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi, compagnia vincitrice del premio ANCT 2017, in scena mercoledì 20 giugno, alle ore 21.30 (il Funaro Centro Culturale, Pistoia). Lo spettacolo, vincitore del progetto residenziale per compagnie under 35 e/o emergenti Forever Young 2015/2016, sarà preceduto, alle ore 18 da Talk show (Sala Piccola-Piccolo Teatro Mauro Bolognini, Pistoia) durante il quale la compagnia Sotterraneo si confronterà con Giuseppe Carullo, Cristiana Minasi e con il pubblico in merito a cosa significhi fare spettacolo dal vivo nell’era della grande rivoluzione digitale: un’ora di palestra culturale, un po’ talk ragionato e un po’ show divertito.

In un centro di salute mentale un “pazzo per attribuzione” e una donna ossessionata dalla carriera si scoprono simili. Due esseri umani autoironici che danno vita ad un dialogo serrato tra esperienze di vita completamente opposte. Luogo di incontro, una terra di frontiera in cui il confine tra coloro che stanno dentro e coloro che stanno fuori sfuma in un indistinto resistere tra protocolli da rispettare e vite da normalizzare.

L’elaborazione drammaturgica del testo è partita da confronti e scambi avuti con pazienti di strutture psichiatriche, dialoghi che hanno consentito di raccogliere quadri di vita vissuta. L’esperienza della cura del male mentale s’è trasformata in pretesto per raccontare la società e le sue disfunzioni, approdando ad una follia tutta contemporanea, lì dove è folle la struttura non coloro che la abitano.

Perché vederlo…

“Intelligente, poetico, fortemente legato alla contemporaneità, Delirio Bizzarro di Carullo-Minasi aggiunge un nuovo tassello a un felice percorso drammaturgico teso ad indagare la ‘diversità’ come alternativa alla “normalità” e sfida alle convenzioni” (motivazioni della giuria di Forever Young 2015/2016).

“In appena un’ora di messinscena […] c’è tutto: il carrierismo, la furbizia, l’ipocrisia, la superficialità, l’approssimazione, i deserti familiari, l’incapacità di comunicare e ancor di più quella di ascoltare…E la lista potrebbe continuare” (Vincenzo Bonaventura, Gazzetta del Sud).

“C’è naturalmente Pirandello sotteso al lavoro di Carullo-Minasi, la complessa equivalenza della verità alla finzione teatrale che, tuttavia, non è mai proposto come dogma o come ideologia. Del grande drammaturgo siciliano, la coppia di attori sembra più che altro attingere una metodologia che consente loro di rapportare la problematicità del disturbo mentale all’alienazione che vi si subisce anche nel tessuto sociale, lasciando che lo spettatore impari a dubitare di quel confine fra chi è dentro e chi è fuori. Accogliendo così il disagio come condizione che appartiene a tutti, diviene immediato grazie all’intelligenza della coppia siciliana, scorgerne persino la dolce ed ironica poeticità che abbraccia le nostre esistenze” (Ester Formato, Paneacquaculture.it).

Biglietti spettacolo: da 6 a 12 euro

Biglietti Talk show: 2 euro

 

www.pistoiateatrofestival.it


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter